HOME    mailto:nilo@tes.mi.it     ARCOBALENO   LABORATORI    POF   ADOZIONI

 programmazione e valutazione      progetto valutazione    raccolta di poesie  informazion

lingua scritta

classe prima 97/98

metodi

indicatore 3

obiettivo 3.1

u.d.

 

METODO ANALITICO

SOMMARIO

LE VOCALI ( Ob. 2.1 e 3.1 ) *

La vocale O *

La vocale E *

La vocale A *

La vocale U *

LE CONSONANTI (OB. 2.1 E 3.1) *

La consonante m *

La consonante L *

La consonante S *

La consonante T *

La consonante R *

Le consonanti N,F,D,B,V,Z *

La scrittura corsiva *

LE DIFFICOLTA’ ORTOGRAFICHE (OB. 2.1 3.1 3.6) *

I suoni CA CO CU CI CE *

I suoni CIA CIO CIU *

I suoni CHI CHE *

La consonante G *

Verifica: un dettato di dieci parole assortite *

Il digramma SC *

Il digramma GN *

Il suono GLI *

Il suono QU /CU *

Le doppie *

MP /MB *

L’ Apostrofo *

L’accento *

Divisione in sillabe *

Verifiche finali *

UNA STRANA STORIA DI NATALE N all 23 *

UNA STRANA STORIA DI NATALE N all 23 *

 


LE VOCALI ( Ob. 2.1 e 3.1 )

 

al1e-3a.gif - all1f.gif

  • Cantare la canzoncina (All 2) all1e2.gif
  • Sul quaderno: UNA FAVOLA PER COMINCIARE: BRUCOVERDE
  • Suddividere la storia in cinque sequenze e trovare cinque frasi tipo:
  • BRUCOVERDE VUOLE MANGIARE LA MELA
  • BRUCOVERDE VUOLE MANGIARE LA FRAGOLA
  • BRUCOVERDE SI NASCONDE SOTTO UN FUNGO
  • BRUCOVERDE VA A DORMIRE NELLA SUA CASA SOTTO LA FOGLIA
  • BRUCOVERDE SI TRASFORMA IN UNA FARFALLA ROSSA E BLU
  • Ogni frase viene scritta due volte, una in stampato maiuscolo sul quadernone ed una su delle striscioline da riordinare e da incollare. Per ogni frase si fa il disegno corrispondente.
  • Lavorare su queste frasi con esercizi che ricordano quelli del metodo globale (riordinare la frase, trovare la parola che manca, trovare la parola che si ripete...)
  • Preparare dei cartelloni murali
  • Prendere in considerazione la frase finale della storia; dare ad ogni vocale un colore; per esempio:
  • A= rosso E= verde I= giallo O= blu U= marrone
  • Cerchiare nella frase le vocali con il colore adeguato. Volendo, si può fare lo stesso anche sulle frasi precedenti.
  • Sul quaderno: RICORDA: LE LETTERINE A E I O U SI CHIAMANO VOCALI
  • Fotocopia del girotondo delle vocali o della mano con le vocali (All.3) all3.gif - al1e-3a.gif
  • Rappresentare le vocali con il corpo, con il Didò o con la creta
  • Fotocopia riassuntiva sulle vocali con il corpo (All. 4)
  • Far notare che c’è un altro modo per scrivere le vocali e presentare la scheda con le vocali in stampato minuscolo da colorare con i colori prestabiliti (All.5)
  • Presentare la canzoncina del prof. Bianchi sulle vocali, prima tutta intera e poi riprendere la strofa relativa alla I- Sul quaderno: UNA CANZONE PER IMPARARE
  • Disegno del gallo con il fumetto CHICCHIRICHI'; frase: IL GALLO QUANDO CANTA FA CHICCHIRICHì (anche in stampato minuscolo)
  • Incollare due I, una in stampato maiuscolo e una in stampato minuscolo, ritagliate e colorate di giallo
  • Inventare una storiella dove ci sia qualcuno che pianga ed emetta il suono iiiiiiiiii
  • Usare lo specchio per vedere la bocca mentre pronuncia questo suono
  • In palestra rifare la I con il corpo
  • Sul quaderno fotocopia del viso del bambino mentre dice ììììììì (All.6)
  • Cercare e ritagliare dalle riviste parole che iniziano con I
  • Fotocopia: completare con la I (All.7)
  • Verifica: colorare solo ciò che inizia con la I (All.8) all8.gif

 

La vocale O

 

  • Fotocopia di un asino da colorare e completare con un disegno più grande
  • Richiamo alla canzoncina del prof. BIANCHI con riferimento particolare e gesti relativi all’asino

Sul quaderno: L’ASINO QUANDO RAGLIA FA I - O -O-O

  • Preparare una fotocopia con lo stampatello e far ripassare con il colore blu tutte le o
  • Ritagliare le due O con carta vellutina di colore blu
  • Osservarsi allo specchio mentre si pronuncia la vocale O

Sul quaderno: disegno o fotocopia del bambino/a che pronuncia la vocale O

  • La O con il corpo : se serve, rifarla in palestra , quindi fotocopia o disegno dei bambini sdraiati che si abbracciano ad arco
  • Cercare insieme e scrivere parole che iniziano con la vocale O; provare a scrivere anche in stampatello
  • SCHEDA : COLORA SOLO CIO’ CHE INIZIA CON LA O ( all.9)
  • Ora sappiamo leggere una parola: IO
  • Scrivere in grande (lettere doppie) la vocale I sul lato sinistro e la vocale O sul lato destro della pagina;collegare con due frecce fino alla parola IO scritta in grande a lettere doppie e circondata da un cerchio a matita. Colorare ogni vocale con il colore stabilito
  • Incollare una foto ed eventualmente completare con una frasettina : IO sono.....
  • Preparare delle frasi stampate relative ad esperienze vissute dove devono riconoscere e cerchiare la parola IO; successivamente fare il disegno relativo alla frase
  • Esercizio di scrittura: una o due righe della parolina IO
  • SCHEDA: UNISCI CON FRECCE DI COLORI DIVERSI LA PAROLINE CHE INIZIANO CON I E QUELLE CHE INIZIANO CON O (all.10) all10.gif

 

La vocale E

 

  • Scrivere la frase della canzoncina nei due caratteri: la pecora quando bela fa bee bee bee
  • Completare con disegno o fotocopia della pecora ed eventuale disegno
  • La E con i colori a dita
  • la E allo specchio
  • E’ arrivato un bastimento carico di....... parole che iniziano con la E: preparare la fotocopia di una grande barca e , a parte una fotocopia con oggetti e animali che iniziano con la E; integrare in un unico disegno e, nella pagina accanto, trascrivere dalla lavagna le parole con eventuale contrassegno che rimanda ai corrispettivi oggetti della fotocopia ALL11 all11.gif e 11 bis all11bis.gif

 

La vocale A

 

  • Scrivere : La papera quando "quacquera" fa QUA QUA QUA con disegno
  • Preparare una fotocopia con i due caratteri in grande trasformati in puzzle (3 pezzi per ilo maiuscolo e due pezzi per il minuscolo)
  • Fotocopia: colora solo ciò che inizia con A ALL 12 all12.gif; nella pagina a fianco trascrivere nei due caratteri i nomi delle parole.

 

La vocale U

 

  • Scrivere: il lupo quando ulula fa U U U U
  • Ripassare le due U seguendo una traccia di puntini e colorare con il relativo colore
  • Elaborare insieme un grande disegno con alberi, uccelli, nido con uovo, grappolo d’uva, uomo, indicare l’unghia di un gatto ecc ; nella pagina a fianco scrivere le parole
  • Fotocopia riguardante i vari gruppi vocalici
  • Verifica finale sulle vocali: completa con la vocale iniziale e la vocale mancante ALL 13 all13.gif e 14 all14.gif

 

 

 

LE CONSONANTI (OB. 2.1 E 3.1)

 

Introduzione

  • sul quaderno una grande scritta in stampato maiuscolo: IN VIAGGIO CON DUE AMICI PER IMPARARE A LEGGERE
  • Con un disegno caratterizzare bene i due personaggi: Piero e Anna
  • Leggere una breve storiella che ogni volta faccia da filo conduttore :Piero e Anna nella loro prima tappa si fermano sul ponte del fiume PO, parlano un po’ con i pescatori, assistono ad uno spettacolo di fuochi d’artificio PIM PUM PAM e per finire la giornata vanno al ristorante: Mangiano: pollo, piselli,peperoni,purè, panettone con panna, prugne e pere.
  • SUL QUADERNO: trascrivere l’ultima parte della storia (al ristorante) evidenziando le sillabe o la lettera in due caratteri col disegno
  • fotocopia all.15 all15-18.gif colorare una grande P evidenziando l’abbinamento con le vocali e la sillaba scrita in rosso
  • le parole che sappiamo leggere: scrivere alla lavagna le lettere conosciute e cercare le combinazioni possibili: papà, ape, pipa, pipì, "pio", pepe, papa con disegno
  • lettura delle parole e dei gruppi sillabici; evidenziare comunque che la lettera P può trovarsi anche da sola, abbinata ad un’altra consonante e successiva vocale
  • osservare che senza le vocali il suono P non si sente

scheda finale riassuntiva o di verifica dove si debba mettere la sillaba all’inizio o alla fine di una parola (all. 16 e 17) all16-17.gif

 

  • Continua la storia di Piero e Anna,inventando una seconda tappa direttamente con i bambini, tenendo presente che l’avventura deve comunque contenere parole con i gruppi sillabici MA ME MI MO MU. Tener presente che nella storia sarebbe meglio che capitassero dei fatti, degli imprevisti, per tener vivo l’interesse del bambino. Contemporaneamente l’insegnante trascrive in modo esteso la storia inventata, che alla fine dell’anno diventerà un libretto di lettura.
  • Sul quaderno: trascrizione di una piccola parte della storiella , evidenziando i gruppi sillabici
  • Ricomporre la stessa frasettina preparata in stampato minuscolo
  • Completare i gruppi sillabici su scheda prestampata (all.18) all15-18.gif
  • Scheda: abbinare l’oggetto alla sillaba iniziale (all.19) all19.gif(ALL. 19 BIS) all19bis.gif
  • Ora sappiamo già leggere: ricerca e trascrizione con disegno delle paroline ottenute con M, P, e relativi gruppi sillabici
  • Piccolo dettato di verifica

 

La consonante L

 

  • Continua il viaggio di Piero e Anna (es: luna park, Londra, leone, latte, libro) Ogni volta si può dare un input diverso: es. trovati questi oggetti o luoghi o personaggi, come posso combinarli? Oppure: in che modo Piero e Anna entrano in contatto con gli stessi?
  • Esercizio: scrivere a computer le parole individuate nella frase per la storia, senza alcun riferimento chiedere che le leggano (riconoscendo la sillaba iniziale) e che le abbinino allo stampato minuscolo
  • Esercizio a coppie: dare a ogni coppia una dotazione di sillabe studiate,di consonanti studiate e di vocali, chiedere che provino a comporre, a leggere, a scoprire paroline significanti. Trascriverle su un foglio e alla fine ogni coppia legge le parole che ha trovato, evitando di leggere quelle già dette da altri. ALL. 20 all20.gif
  • Preparare alla lavagna un tabellone con due insiemi: quello delle vocali e quello delle consonanti. Pescare le letterine(su foglietti adesivi) e comporre le parole dall’altra parte della lavagna
  • Autodettato: dare dei disegnini di cui devono trascrivere la parola: mela, lupo, pelo, palla,mulo, mele, lampo, mamma, palma, polpo
  • Scheda di lettura: Io amo mio papà e mia mamma. Paolo e Mimma al molo. Il mulo è al palo. Le mele e la palla. Volendo, si può chiedere di disegnare le scenette
  • Confronta le parole, leggi a voce alta e trova cosa è cambiato:

MELA MULA (E U) PIPE PEPE (I E) LAMA LIMA MULO MOLO

LUME LAME ECC.....

  • Aggiungi una lettera al posto giusto , leggi e disegna:

PALA PALMA MELE MIELE POI POMI PIA PIPA PALO PAOLO

 

La consonante S

 

  • Continua la storia di Piero e Anna, anche questa volta con un input ,esempio : come fanno i nostri eroi a preparare un antiveleno contro il morso del terribile serpente Sonaglino?

Seguire più o meno la solita procedura

  • Altre idee: trovare tutti i nomi di compagni della classe che già sappiamo scrivere (Elisa, Massimo ecc...)
  • Illustrare la frase: MASSIMO A’ (licenza ortografica) MESSO LA SALSA SUL SALAME E SUI PISELLI
  • Nel caso specifico della consonante S , è consigliabile insistere molto sull’esercitazione grafica.
  • Si può utilizzare un espediente: disegnare tante volte il serpente Sonaglino controllando che abbia la testa girata sempre verso destra (trovare un punto di riferimento più facile se è il caso )
  • Autodettati di parole conosciute : piselli, isola, sole, Pisolo, A. Pelusi ed esercizio contrario: data la parolina, fare il disegno
  • Un esercizio per compito: ritaglio e incollo alcuni oggetti o animali o persone il cui nome inizia con S
  • Schede allegate

La consonante T

 

  • Questa volta Piero e Anna si trovano alle prese con un animale molto strano ed intelligente( esempio potrebbe essere un topo che sa giocare a tombola e partecipa a tutti i giochi della televisione)

E’ importante ogni volta caratterizzare bene l’ambiente e spingere gli alunni a soluzioni sempre più creative

  • Ora sono tante le parole che si possono scrivere: topo, stella, pollo, patate, matite,sette, letto, tetto,
  • Proporre una prelettura mista di parole ed immagini; ovviamente lasciare in parola ciò che sanno leggere e in immagine disegnata ciò che ancora non è decifrabile. Un esempio: Elisa ha i capelli neri.
  • Sulla testa ha il cappello e la piuma. Il naso è a patatina e ha occhi simili ai gatti. Ha un tuta tutta rosa e le scarpe nere. Ha sulle mani la palla e salta. ALLEGATO 21 all21.gif
  • Altri esercizi da fare a questo punto:
  • Leggere le frasette tutti insieme, indicando con il dito parola per parola, trascrivere in stampato maiuscolo e disegnare:

Pelusi è al sole sull’isola. Elisa sale sulla palma. Il puma si è messo sul masso. Il papà usa la lima. Massimo ha messo la salsa sui piselli. L’ape si posa sulla siepe.

  • Leggere e scegliere la soluzione giusta:

* La mamma usa (IL LAMPO- LA LIMETTA) * Mimma pela (LE PATATE- LE PIPE)

* (L’APE - IL MULO ) si posa sulla palma

  • Dato un elenco di parole che si sanno leggere , formare insiemi di animali, oggetti, cose che si mangiano, nomi di bambini
  • Collega le sillabe LU PI SA MU TO PI PA SO LE PO in modo da ottenere e trascrivere parole significanti
  • Giochiamo con le frecce e con le sillabe: MO PE RA : Unendo le sillabe con frecce di diversi colori e in opposte direzioni, otterremo: MORA, PERA, RAMO , RAPE

 

 

  • Componi le parole e leggile: PE LO LI MA MU SO

SO TE LO

SA SA TO

 

 

  • Domino di sillabe; vedi ALL 22 all22.gif e all22bis.gif
  • Completa le parole con le sillabe mancanti scegliendole tra quelle in tabella:

PA TI LE MAM PO MA LA PE

  • Colora ogni volta la casella della sillaba che usi: se avrai eseguito esattamente, otterrai una parola conosciuta (MAMMA)

MA.....TA SO...... ME.......... TO......... PI......... A..........

  • ARRIVA NATALE: che fare?
  1. Addobbiamo la classe
  2. Piccola poesia natalizia stampata sul retro di un alberello guarnito con polverine luccicanti e avvolto a pergamena
  3. Una storiella natalizia da illustrare in sequenze e da discutere insieme con un lavoro di logica linguistica: vedi ALLEGATO 23 vedi pag. * 23 BIS all23bis.gif

La consonante R

 

  • Ultima consonante presentata prima del periodo natalizio. Continua il viaggio di Piero e Anna che questa volta visitano una base spaziale: c’è il rombo dei motori di un razzo a reazione, ci sono automezzi con ruote giganti: che cosa capiterà questa volta? ALL. 24 all24.gif

Le consonanti N,F,D,B,V,Z

 

  • Con le consonanti successive, il procedimento da seguire è all’incirca sempre lo stesso:
  • invenzione di una puntata della storia di Piero e Anna
  • evidenziare le sillabe interessate con colori
  • scegliere e scrivere parole che iniziano con le sillabe interessate
  • completare parole dove manchino determinate sillabe
  • dettati e autodettati con paroline che si dovrebbero saper leggere e scrivere
  • composizione di parole significanti o piccole frasi con l’aiuto dell’alfabetiere
  • data una piccola frase,leggerla e disegnare
  • trovare la risposta giusta, scegliendola tra due
  • dato un elenco di parole, formare insiemi di persone, oggetti, animali ecc...

 

  • Altri stimoli:
  • Dare frasettine significanti e non e far scrivere: Vero o Falso oppure Possibile o Impossibile
  • riordinare le lettere di una parola e trascriverla in due (o tre) caratteri (con l’aiuto o con la richiesta di un disegno)
  • Trovare e scrivere più possibilità per finire una frase: es: Marco mangia......
  • Piccoli e facili indovinelli da leggere e completare
  • Riordina le parole di una frasettina e scriverle in ordine; trascrivere poi in altri caratteri
  • dato un insieme di parole, sottolinea con lo stesso colore quelle che possono essere unite per formare una frasetta, scriverla,eventualmente trascrivere in altri caratteri Es: sole, luna cielo
  • Rimetti in ordine i vagoni del trenino (ogni vagone contiene una sillaba)
  • Componi con l’alfabetiere e poi trascrivi in altro carattere insiemi di: frutta, verdure, giochi ecc... (l’esercizio si presta ad essere eseguito in gruppo)
  • dare frasettine riferite ad esperienze fatte in classe dove manchino alcune parole da completare
  • Cercare le parole nascoste in altre senza significato (es:MANOtele); verificare con i disegni
  • Se cambio lettera (vocale e/o consonante) la parola diventa.......

ECC.... ecc........... ecc...........da ALL 25 ad ALL 31 all25-26.gif all27-28.gif all27bis.gif all29.gif all30.gif all31.gif

 

La scrittura corsiva

 

  • Far notare che lo stampato piccolo può facilmente essere trasformato in corsivo, far notare le somiglianze

Iniziare gradatamente gli esercizi di scrittura: cominciare con la data, con i titoli dei lavori

  • Proseguire in modo specifico presentando la nuova consonante nei 4 caratteri e completare la presentazione delle nuove sillabe con due righe di corsivo
  • Abbinamenti di caratteri: dalla parola stampata alla parola corsiva, successivamente fare lo stesso lavoro con frasette da ricopiare, se necessario più volte
  • Proporre alcuni esercizi sopra elencati anche nella versione scrittura corsiva
  • Utilizzare le lettere corsive in plastica per effettuare ricalchi; realizzare un settore del libretto di fine anno dedicato alle lettere in corsivo: ogni pagina una lettera ricalcata completata dalla scrittura della relativa maiuscola e da uno o due oggetti ritagliati
  • Leggere le parole in corsivo e disegnare; fare la stessa cosa con frasette ALL 32 all32.gif e 33 all33.gif

LE DIFFICOLTA’ ORTOGRAFICHE (OB. 2.1 3.1 3.6)

 

I suoni CA CO CU CI CE

 

  • Inventare una nuova puntata della storia di Piero e Anna con i suoni CA CO CU CI CE (a Carnevale nella città di Cernusco)
  • Autodettato con illustrazioni assortite, evidenziando i suoni CA CO CU CI CE
  • Con altre illustrazioni o con parole scelte e abbinate in modo fantasioso, inventare e scrivere frasi divertenti ALL. 34 all34.gif

I suoni CIA CIO CIU

 

  • Fumetti da illustrare: CIAO! Mi porti le ciabatte? Ho mal di pancia perchè ho mangiato troppo cioccolato. Annalisa non ha più il suo ciuffo biondo.
  • Schede varie dove ci sia da completare con CA/CIA CO/CIO CU/CIU

I suoni CHI CHE

 

  • Disegno che illustra un gallo con il fumetto CHICCHIRICHI’ e un contadino che si affaccia alla finestra brontolando " CHE baccano! con quel gallo non si può dormire!"

Occupare un’intera pagina disegnando un’H gigante scritta nei 4 caratteri

  • Storia dell’H: Il freddo era atroce....ALL 34 bis all34bis.gif
  • Autodettato con illustrazioni assortite evidenziando i gruppi CHI CHE
  • Fotocopie varie dove si debbano distinguere i suoni CI/CHI oppure CE/CHE ALL. 35/36/37 all35.gif all36.gif - all36bis.gif - all37.gif
  • Dettato a spazi prestabiliti: sistema nelle colonne giuste le parole dettate CA CO CU CI CE CHI CHE
  • UNO...TANTI (dare solo i disegni): banco, zucca, disco, barca, fiasco, vasca, becco, mosca, cuoco
  • Inventare storielline spiritose abbinando in modo fantasioso due parole: Mosche, Fiaschi Cuoche, barche e altre combinazioni anche scelte liberamente dai bambini
  • Segna gli errori e riscrivi le parole corrette: Un signore col chappello ciude a ciave la porta della ciesa.
  • Dettare e in un secondo tempo richiedere il disegno delle frasette: Vicino alla chiesa ci sono un ciliegio e un noce. Il luccio va a caccia di ranocchi. Nei buchi dei muretti vivono mosche, lumache, formiche. Alice in dicembre ha ricevuto una bici.

La consonante G

 

  • Frase di Piero e Anna con i suoni GA GO GU GI GE ALL. 38 all38.gif
  • Filastrocca del GHI/GHE all. 39 all39.gif
  • Distinguo GI/GHI GE/GHE (schede varie)
  • Esercitarsi tantissimo a livello orale a riconoscere i diversi suoni proponendo esercizi gioco da fare alla lavagna ( un esempio: io ti dico una parola e tu vai alla lavagna a toccare il suono giusto)
  • Dettato: Alighiero ha fatto una gita ai laghi alpini. Ha trovato tanti funghi e ha visto un ghiro
  • Completa: UNO...TANTI: drago, mago, spago, ago, lago, castigo, sugo, fungo
  • Esercizio da dare di compito: inventa una o più frasi usando le parole:BOSCHETTO, FUNGHI, GHIANDE, MARGHERITE
  • in alternativa: Riempi il tronco della pianta con le ghiande di parole con GHI e i petali delle margherite di parole con GHE
  • Scrivi la parola adatta per completare i pensieri:RIGHE, PIEGHE, AGHI, RUGHE, RIGHELLO, LUOGHI, LUNGHI, CINGHIALI
  1. Il ......serve per tracciare le.......dritte
  2. Gli..........per cucire sono corti, quelli per lavorare la lana sono molto.......
  3. La pelle dei vecchi è piena di .............che si chiamano...........
  4. In certi.........,con molti alberi e cespugli, vivono i.....................

 

 

  • Esercizio: che cosa succede se tolgo H? bachi, peschi, bocche, panche, falchetto, ricchi, ghiro, ALL. 40 all40.gif
  • Cosa succede se tolgo I? Lucia, coccio, brucio, magia
  • Indovinelli: Il frutto della quercia..... sta intorno al balcone (ringhiera)......camminano molto lentamente, trascinando un pesante guscio...........si usano per fare le iniezioni........ servono per allacciare le scarpe..........
  • Vedere altri esercizi e approfondimenti sulla guida Fabbri

 

Il digramma SC

 

  • Continua la storia di Piero e Anna (solo se l’interesse per l’invenzione è ancora vivo)

All’interno della nuova puntata inserire una filastrocca o uno scioglilingua: Due belle bisce lisce/ sono fatte tutte a strisce/ Fa la nanna sul cuscino/uno sciocco pesciolino./ Sullo sci lo sciatore/ oggi ha messo un bel motore/ poi veloce se ne è andato/ e in discesa è scivolato./ Lo scimmiotto sciocco e bello/ butta un guscio nel ruscello.

  • Far illustrare una parte della filastrocca
  • Mettere in relazione le due serie di parole:
  1. sposa, Befana, nonno, ferito, grattacielo, divano, parco, zoo, bilancia
  2. scialle, strascico, fasce, sciarpa, scivolo, ascensore, scimpanzè, pescivendolo, cuscini
  • Fai attenzione al suono: dettare e trascrivere in due diverse colonne:
  1. SENZA "H": SCI/SCE: scia, asciugamano, ascia, scimmia, scendere, scintilla, ascelle
  2. CON "H": SCHI/SCHE; schiena, schiuma, scheda schiavi, scheletro, esche, schegge
  • Osserva i disegni e trascrivi le parole negli insiemi giusti ALL 41/42/43 all41.jpg all42.gif all43.jpg
  • Leggere la storiella dello scoiattolo stanco (quaderno di Daniela), far rappresentare con 4 disegni, riordinare le frasette mettendo i numerini (dettare)

E’ STANCO E SI RIPOSA IN UNA SCATOLINA

UN SIGNORE CHE CERCA I FUNGHI LO SCOPRE E SE LO METTE IN TASCA

NEL BOSCO UNO SCOIATTOLO CORRE TUTTO IL GIORNO

LO SCOIATTOLO ALLARGA IL BUCHINO DELLA TASCA E SCAPPA

 

Il digramma GN

 

  • Filastrocca di Piero e Anna in montagna
  • Collega i disegnini e scrivi una frase per ogni relazione
  1. RAGNO PIGNA CIGNO LAVAGNA CASTAGNA
  2. PINO RAGNATELA STAGNO RICCIO AULA
  • Scheda 40 di Noi e le parole
  • Attenzione! GN oppure N? Scheda 42 di Noi e le parole (insistere sulla pronuncia) all.43bis all34bis.gif e all43 tris al43tris.gif

 

Il suono GLI

 

  • Storia di Piero e Anna in cucina (utilizzare le parole griglia, aglio, tagliere, coniglio, tovaglia, tovaglioli, teglia, bavaglia, stoviglie, foglie, tagliare)
  • Attenzione!! GL oppure L ? Scheda 48 di Noi e le parole o simile, utilizzando parole più facili ALL. 44 all44.gif
  • Frasette spiritose da inventare con i seguenti stimoli: cosa ci fa Giulia sullo scoglio? Perchè Emilio piange con in mano una bottiglia? Perchè Andrea sta andando al Naviglio? Quando il coniglio si mette il maglione? Cosa vuol fare il signore italiano con in mano le biglie? ecc.... (raccogliere le più spiritose per il libro di fine anno)
  • In alternativa all’esercizio precedente (qualora sembrasse troppo difficile): dare 4 parole con cui completare le frasette illustrate: MAGLIETTA, SVEGLIA, FOGLIO, PAGLIA

1.- Vicino al semaforo c’è un bambino con una ....... a righe

2.- Sul comodino di Lucia c’è una .........rotonda

3.- Giovanni piange, perchè ha macchiato il .........

4.-Nel pollaio, la gallina sta guardando le sue uova appoggiate sulla.......

Verifica sulle difficoltà ortografiche presentate: dare 5 frasette , una per ogni difficoltà ortografica presentata ( CI CE CHI CHE / GI GE GHI GHE/ SC/ GN/ GL)

Presentare il dettato in due o tre giorni diversi

1.- NEL CESTINO DI PAGLIA CI SONO SEDICI UOVA ANCORA CHIUSE

2.- IN MONTAGNA FACCIO LUNGHE GITE NEI BOSCHI E VEDO UN SIGNORE CHE TAGLIA LA LEGNA

3.- OGNI GIORNO SCENDO IN GIARDINO E GIOCO CON GLI AMICI E UNA MIA COM PAGNA DI CLASSE.

 

Il suono QU /CU

 

  • Ultima puntata delle avventure di Piero e Anna. Pensare poi insieme ai bambini ad una conclusione di tutta la storia
  • Perchè è una consonante un po’ diversa dalle altre?? Vediamo di scoprirlo... Copiare dalla lavagna alcune parole con QU e altre con CU, chiedendo di sottolineare la lettera che si trova dopo la U
  • Il lavoro precedente si presta a diverse osservazioni:

Il suono è lo stesso, ma.....

QU + I = QUI (quindici)

QU + O = QUO (quota)

QU + E = QUE (cinque) DOPO IL GRUPPO QU C’E’ SEMPRE UNA VOCALE!!

Invece.......

CU + R = CUR (curva)

CU + F = CUF (cuffia)

CU + L = CUL (culla) ed altri esempi DOPO IL GRUPPO CU DI SOLITO C’E’ UNA CONSONANTE!!

  • Per approfondire : fotocopia pag. 72 PAROLE E TESTO all. e continuare con la pag. 73 eseguita da loro ALL. 45 all45.gif / 46 all46.gif
  • ATTENZIONE!!! Ci sono delle parole che si comportano in modo strano e , pur avendo la vocale O dopo il suono CU, si scrivono con il gruppo CUO: bisogna impararle a memoria !!
  • Filastrocca degli INDIANI CU-Cu (drammatizzare) ALL. 47 all47.gif
  • Dare di compito: inventare una frase per ognuna delle parole capricciose
  • Frasi da completare con le parole adeguate (dare solo il disegno)
  1. Il fratellino di Elena dorme nella (culla)
  2. Gli insiemi si fanno sul (quaderno ) a (quadretti )
  3. Sopra il mio divano è appeso un bel (quadro)
  4. L’auto ha sbandato in (curva)
  • IL QUADRETTO pag. 54 di NOI E LE PAROLE
  • La famiglia di ACQUA: scheda 55 di NOI E LE PAROLE ALL. 48 all48.gif /49 all49.gif
  • VERIFICA SULLA Q, CU, CQ: SCHEDA 110 di Noi e le parole

Dettato: 1.- Quando vado a scuola, mi servono quattro quaderni

2.- In cucina il cuoco usa il cucchiaio 3.- Questa quercia è stata abbattuta con la scure

4.- Mio cugino ha comprato cinque bottiglie di liquore e una di acqua minerale

Le doppie

 

  • Le doppie nella classe : elenco di oggetti evidenziando le lettere doppie ( il lavoro si presta ad essere fatto in coppia)
  • Scheda 51 di Noi e le parole (scomporla in 4 quadretti con relativi disegnini ) ALL. 50 all50.gif
  • Compito: scheda 108 Noi e le parole
  • Il gioco dei mimi: l’insegnante mima delle attività e gli alunni le scrivono evidenziando le doppie: PALLEGGIARE, ABBRACCIARE, PASSEGGIARE, ACCAREZZARE, INNAFFIARE, ATTACCARE ecc...
  • Cosa succede se non metto le doppie? (dare solo il primo disegno ): cassa, palla, canne, torri, pappa, notte, cappelli
  • Patrizia ha fatto un po’ di confusione (alternativa al lavoro precedente): Vorrebbe giocare con una (palla), ma si trova in mano una (pala). Cerca le (canne), ma trova il (cane). Vuole andare sulle (torri), ma si trova davanti due (tori). Vuole andare in una (serra), ma gli dicono che è (sera ) e non si può. ALL. 51 all51.gif (FORMA DUE INSIEMI )

MP /MB

 

  • Storiella dei due fratellini che chiedono aiuto prima al gracile cugino N, poi alla robusta zia M (all.52 all52.gife 53 all53.gif)
  • Scheda 56 Noi e le parole all. 54 all54.gif
  • Dare due parole da abbinare con frasettine fantasiose: tamburo campanile/ ombrello bambola / pompiere temporale

L’ Apostrofo

 

  • Storiella del topino pag. 102 Parole e testi ALL: 55 all55.gif
  • Esercizi dove evidenziare la vocale che viene cancellata (solo con articolo determinativo)
  • Correggi gli errori: Lago serve per cucire. Sul l’ago sta passando un battello. Lape si appoggia sui fiori. Il l’eone vive in Africa. ecc...
  • Inventare delle situazioni concrete di fatti avvenuti PRIMA e DOPO, trascrivere su due colonne, abbinare e formare le frasi con " c’è" "c’era"

Es: Un cestino vuoto /un cestino pieno di frutta

L’accento

 

  • Filastrocca dettata: Se nessuno mi bacerà,/ un rospo resterò/ disse un principe del Perù/
  • che si tuffò a testa in giù/ e nessuno lo vide più .
  • Fotocopia all. 56 all56.gif
  • Inventare frasi su PERO /PERO’ FARO / FARO’ PESCO/PESCO’ ecc...
  • Dettare su due colonne parole con e senza accento
  • Compito: formare insiemi di parole che finiscono in à,è,ò,ù,ì

Divisione in sillabe

 

  • Rappresentare con un fumetto un bambino che chiede: come faccio se la parola che devo scrivere non ci sta nella riga?

REGOLA N.1: Dare un elenco di parole bisillabe e trisillabe piane e far mettere un trattino dopo le vocali

REGOLA N.2: Dare un elenco di parole con doppie e far mettere un trattino tra le due lettere.

Verifiche finali

 

PRIMO QUADRIMESTRE: ve1a.gif ve1b.gif ve1c.gif ve1d.gif

  • Lettura (verificare gli errori e la scorrevolezza) vedere brano tratto dagli ATTI GAP 1981
  • Dettato: vedere brano tratto dagli ATTI GAP 1981 oppure vedere allegati VE 2
  • Scrittura individuale; dare un’immagine e far scrivere sotto a piacere alcune frasi
  • Comprensione della lettura :vedere il brano IL GATTO allegato VE 2 ve2b.gif veb1.gif

 

UNA STRANA STORIA DI NATALE     N all 23

 

Quest'anno, al Polo Nord, sta per succedere qualcosa di veramente grave. Babbo Natale, pochi giorni prima del 25 Dicembre  si è riempito di macchie rosse: MORBILLO!!.!

La segretaria, Miss Natalina, i fabbricanti di giocattoli e tutti i collaboratori di Babbo Natale sono disperati: come fare?

Ci sono trenini elettrici da montare, cavallini di legno da dipingere, videogiochi da impacchettare. . . e tutto questo da consegnare, in pochi giorni, in tutti i paesi del mondo. Intanto, l'ufficio postale del Polo nord è sommerso di sacchi di letterine luccicanti e c'è anche qualche bigliettino stropicciato, scritto male, venuto da molto, molto lontano.

Ma il povero Babbo Natale è sempre più malato: febbre a 39, mal di gola, macchie in tutto il corpo.

Nella notte del 20 dicembre, per fortuna, a Miss Natalina viene una grande idea: con il computer e gli uccelli postini spedisce migliaia di lettere ai bambini dell' Africa, dell'Europa, dell'America, con un invito: IL 25 DICEMBRE VENITE AL POLO NORD A TROVARE BABBO NATALE AMMALATO!!

Come per magia, la sera del 24 dicembre, il freddo e bianco Polo Nord si riempie di bambini di tutti i colori: neri, gialli, bianchi, rossi, color cioccolata e color caffelatte. Arrivano in treno, aereo, elicottero, nave, mongolfiera.

Tutti insieme per fare gli auguri di Buon Natale a Babbo Natale.

E la mattina del 25 dicembre una grande sorpresa attende il vecchio con la barba bianca: una gigantesca slitta riscaldata e con il motore, regalo di tutti i bambini del mondo.

Per una volta, qualcuno ha pensato anche a lui

Ma... che strano.... il 28 dicembre, tutti i bambini del mondo sono a letto... CON IL MORBILLO!!!


HOME    mailto:nilo@tes.mi.it     ARCOBALENO    LABORATORI   POF        ADOZIONI

 programmazione e valutazione          progetto valutazione      raccolta di poesie      informazioni